fbpx

Matrimonio all’Aperto

Nov 4, 2019 | Organizzazione

È sempre bene avere un Piano B, nella vita, come per il giorno del matrimonio. Sei d’accordo vero?
Ho provato a raccontarti qui come affrontare le intemperie: dalla pioggia al vento, dal freddo e si anche al caldo.
Prima di tutto ti chiedo di riflettere sin da subito sul tipo di ricevimento hai intenzione di organizzare. Si svolgerà tutto al chiuso, tutto all’aperto? Ci sono dei momenti che si svolgeranno all’interno? Tieni ben presente questi quesiti quando sceglierai la location.

1. Scegliere una location che possa ospitare al chiuso e all’aperto lo stesso numero di ospiti per la cena o pranzo. Avrete solo una sala per svolgere tutto il matrimonio ma sarà possibile, sfruttando magari dei locali di servizio, racchiudere tutto e movimentare l’aperitivo con un servizio con camerieri a passaggio e buffet smontabili.

2. Informarsi su delle tensostrutture. Se hai scelto una location all’aperto non hai altra scelta.

3. Come si svolgerà il ricevimento. Se invece hai diviso i momenti che scandiranno il tuo matrimonio fra al coperto e all’esterno sei già abbastanza avvantaggiata. Infatti nel tuo caso, anche se non hai sufficiente spazio per spostare tutto al chiuso, hai però un punto di partenza. Potrai infatti alternare gli spazi e allestirli in modo diverso a seconda della funzione e dilatare gli spazi con delle tensostrutture più piccole.

Arrivare preparati evita brutte sorprese ma vi chiedo di fare uno sforzo per immaginare il vostro giorno così come lo avete sempre voluto. Non fate il contrario, non progettatelo in funzione del piano B.

Parola d’ordine ricollocare

Quando si progettano la logistica e la gestione degli spazi di una location si ipotizza la migliore soluzione. Per esempio aperitivo in uliveto, pranzo sul prato antistante la fattoria e balli in cantina.

Dopo però fate subito uno sforzo di ricollocazione! Analizzate i tutti i momenti e tutte le cose che avete predisposto e spostateli al chiuso. Per esempio se state progettando dei tavoli imperiali all’aperto ma quando vi sposterete al chiuso dovrete spezzarli in tavoli imperiali con meno posti a sedere assicuratevi che i centrotavola vi bastino o che vi piaccia la disposizione finale.

Se avete sufficiente spazio per poter riprogettare e ricollocare tutto all’interno avete risolto tutti i vostri problemi.

Tensostrutture

Belle o meno bello, più o meno costose saranno la soluzione in caso di location già confermata.

Se non avete infatti pensato ad un piano B e volete stare sereni dovete informarvi su delle tensostrutture.
Sappiate che devono essere opzionate per tempo per evitare di non trovare la tensostruttura che vi occorre ma soprattutto dovete tenere presente che è bisogna dare un acconto che è possibile non vi venga restituito.

Nel caso in cui scegliate la tensostruttura assicuratevi che la postazione che le verrà assegnata sia vicino ai bagni (gli ospiti si dovranno spostare con ombrello alla mano) oppure predisponete una passerella coperta (magari una scenografica creata con degli ombrelli o dei teli), che non troppo distante dalle cucine (i camerieri devono servirvi delle pietanze calde) ma soprattutto che abbia una pedana rialzata, che sia pavimentata, perché se sarà installata sul prato questo si bagnerà e vi ritroverete con i piedi nel fango.

Caldo o freddo?

Se la location è molto ampia ed è previsto un abbassamento delle temperature trova delle soluzioni per riscaldare gli ambienti. Una soluzione scenografica potrebbero essere dei bracieri davanti alla sala.

Sdrammatizza sempre: con ombrellini, ventagli in caso di eccessivo caldo, stivaletti antipioggia, copertine, te caldo!

Come fare a sentirsi al sicuro?

Personalmente vi consiglio di scegliere in base al budget.

Se avete a disposizione un po’ di budget e avete trovato la location dei vostri sogni immersa nel bosco allora vale la pena di tentare e di organizzare qualcosa di strepitoso.

Se non avete budget partite già alla ricerca di una location che vi garantisca altrettanti spazi al chiuso e all’aperto.

Una terza opzione?

Il cambio location! Informatevi ovviamente su tempistiche e costi di cambio programma per catering, fiorista, service luci, etc.

Nella mia esperienza non è mai accaduto di avere una pioggia torrenziale ma pioggerelle fastidiose che abbiamo evitato meteo alla mano anticipando e posticipando i momenti salienti di cerimonia e ricevimento. La vera chiave del matrimonio di successo è avere fornitori che possono gestire tutto questo: asciugare le sedie, spostare gli arredi, indirizzare gli invitati, trovare soluzioni!

E tutto questo è compito di una wedding planner. Non so se sarò io ad accompagnarvi in questo viaggio ma vi consiglio di pensare almeno al servizio di coordinamento. Avere una figura di riferimento anche solo per il giorno del matrimonio non può che farvi stare più tranquilli.

Che ne pensi, raccontiamo insieme i colori, i profumi e le emozioni del tuo matrimonio?

Lavoro con poche coppie all’anno per garantirti di poterti seguire passo passo.

Scrivimi per sapere se ci sono ancora date disponibili!

Chi Sono

 

Ciao sono Cecilia,
organizzatrice di matrimoni.

Aiuto le spose che come te amano
uno stile naturale e semplice
a portarlo nel
loro giorno speciale.

Contattami

info@righeepois.it
Cecilia +39 3471567756
Skype cecilia.buonomo
 
Ricevo su Appuntamento
Non abiti in Toscana?
Ci sentiamo su Skype!
.

Pin It on Pinterest